Rimini, difende la fidanzata: accoltellato al collo

Difende la fidanzata importunata da un magrebino ubriaco fradicio e viene accoltellato al collo. Non è successo in un parco cittadino decisamente pericoloso da affrontare quando cala la sera. Sfondo di questa ennesima aggressione il cuore di Rimini, una piazza Cavour abbellita dalle luci di Natale. Il giovane riminese se l’è cavata con tanta paura, qualche punto di sutura grazie anche a una buona dose di fortuna: è stato infatti ferito al collo. L’accoltellatore, invece, è stato arrestato. La tenuità della ferita, al momento, gli è valsa le manette con l’accusa di lesioni personali aggravate. I giovani venivano refertati presso il pronto soccorso di Rimini rispettivamente con 7 giorni di prognosi per il ragazzo e 5 giorni per la fidanzata.

Erano le 17 circa quando l’ennesimo balordo che presidia via Gambalunga, l’ha risalita per arrivare nel cuore del passeggio riminese. Come detto l’accoltellatore è ubriaco fradicio e una volta in piazza Cavour, davanti al Primo Bacio, punta la coppia di fidanzati. Cosa fa di preciso è ancora in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri del Nucleo radiomobile che l’hanno ammanettato. Di certo lui rivolge pesanti attenzioni alla fidanzata del ragazzo che reagisce. Scoppia la lite, così violenta che alcuni testimoni non perdono tempo e chiamano il 112 il Numero unico emergenze. La richieste di intervento è per una rissa. La Gazzella dei carabinieri arriva a sirene spiegate in una manciata di minuti. Solo quando raggiungono i due protagonisti i carabinieri scoprono che lo stato dell’arte è diverso ed il giovane che stava difendendo la fidanzata è stato ferito al collo. Il balordo, ancora a due passi dalla vittima, viene bloccato, immobilizzato e disarmato. Il coltello usato è un piccolo serramanico con lama di pochi centimetri. Come detto è ubriaco fradicio ed i carabinieri hanno il loro bel d’affare per caricarlo sulla Gazzella e portarlo in caserma dove continuerà ad urlare e cantare in preda ai fumi dell’alcol.

È il secondo accoltellamento in città nelle ultime 72 ore. Venerdì in via Marecchia un gambiano aveva sferrato un fendente alle spalle di un nigeriano per una lite sull’uso di una bicicletta. Anche il centro comincia a far paura.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui