Quella del notaio rappresenta la figura di un pubblico ufficiale chiamato ad assistere e tutelare i
cittadini in una miriade di ambiti della vita di ogni giorno: per questo ogni professionista ha il
dovere di aggiornarsi costantemente, per far sì che le proprie competenze restino al passo con
l’evolversi della giurisprudenza e il modificarsi della società in cui opera.
A tal proposito, venerdì 13 e 20 novembre si svolgeranno, a partire dalle ore 15:, due
importanti giornate di studio e confronto tra giuristi promosse, in videoconferenza, dal Consiglio
notarile dei Distretti riuniti di Forlì e Rimini: saranno nove i relatori che, tra notai, avvocati e
magistrati, si alterneranno negli interventi di Dialoghi con la giurisprudenza civile e commerciale.

Dopo il saluto delle autorità, ad aprire i lavori venerdì 13 novembre sarà il notaio Nizar Ben
M’Barek, sul tema della forma minima prescritta in Italia per la procura dall’estero; a seguire,
l’intervento del notaio Alessandro Torroni, che esaminerà la possibilità di esercizio dell’azione di
riduzione in via surrogatoria da parte di un creditore dell’erede; se successivamente l’avvocato
Federico Gasparinetti, esaminerà l’accordo fiduciario per l’intestazione di un bene immobile, i
lavori saranno conclusi dal notaio Franesco Cirianni, che si concentrerà sul termine lungo di
durata e recesso nelle società di capitali.
A inaugurare gli interventi del venerdì successivo, 20 novembre, sarà invece Francesco Cortesi,
magistrato della Corte di Cassazione, sul tema dell’imposta di registro e legittimità dei limiti alla

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.notaiforlirimini.com e la pagina
Facebook Notai dell’Emilia-Romagna.

Argomenti:

notai

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *