Rimini dedica nuove rotatorie a Simoncelli e Ghelfi

Rimini rende omaggio al pilota di MotoGp Marco Simoncelli e al maestro dei campioni di boxe, Elio Ghelfi, dedicando loro l’intitolazione di due rotatorie. Non solo: sono in tutto otto le nuove intitolazioni per vie e rotatorie riminesi che ricorderanno anche grandi donne, come Nilde Iotti, prima presidente della Camera dei deputati, e Anna Stepanovna Politkovskaja, giornalista russa uccisa per le sue inchieste sui massacri in Cecenia. Nei prossimi mesi verranno così dedicate a otto personalità significative -che spaziano dal livello locale a quello internazionale- vie, piazze, aree di circolazione della città. Dopo il via libera della commissione consultiva toponomastica, seguirà l’esame della prima commissione e poi il parere della Giunta comunale per l’approvazione definitiva delle 8 intitolazioni. “Con l’ok della commissione- spiega l’assessore ai Servizi civici e Toponomastica Francesco Bragagni- i tracciati della città di Rimini si collegheranno simbolicamente al ricordo indelebile di concittadini che hanno dato molto alla nostra comunità o ad altre figure di rilievo che ci hanno ispirato con il loro impegno in vita in favore della libertà e di altri importanti valori”. In dettaglio: a Ghelfi sarà dedicata la rotatoria via Macanno via Rodriguez; a Simoncelli quella tra via Montescudo- Bidente e Tirso; il nome Iotti andrà all’area di circolazione di via Imperatrice Teodora; quello del religioso San Domenico Savio alla Rotatoria tra le vie Tristano-Isotta e Casteldelci. La rotatoria all’ingresso Est della Fiera verrà dedicata a Politkovskaj, il piazzale interno all’Università- tra le vie Cattaneo e Sella- a Maria Teresa Casadei, educatrice e politica. Al partigiano Anacleto Bianchi andrà il Piazzale ‘Località Ghetto Turco’; infine all’antifascista e intellettuale riminese, Liliano Faenza, la ridenominazione di via Giovanni da Rimini

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui