Rimini, dal 2010 smaltite 975 tonnellate di amianto

Si apre oggi il bando del Comune di Rimini per l’assegnazione di contributi finalizzati allo smaltimento dell’amianto. Una iniziativa che l’Amministrazione ripropone dal 2010 e che per il 2022 mette a disposizione un fondo di 28 mila euro per agevolare i privati cittadini che rimuovono e smaltiscono manufatti contenenti amianto come lastre, pannelli piani o ondulati utilizzati per la copertura di edifici, pareti divisorie non portanti, tubi per acquedotti o fognature, tegole, canne fumarie, serbatoi per contenere acqua ecc. 

Dal 2010 ad oggi attraverso questo bando comunale sono stati 767 gli interventi finanziati, per circa 472mila euro di contributi erogati e complessivi 975.380 kg di amianto rimosso e smaltito.  

Il contributo, che non è cumulabile con altre agevolazioni, coprirà il 50% della spesa effettivamente sostenuta e documentata, sino ad un massimo di 1.200 euro. Al bando sono ammessi tutti gli interventi di rimozione effettuati dal 1° gennaio 2021, realizzati avvalendosi di una ditta specializzata per la bonifica.  

Il contributo sarà erogato in ordine di precedenza di prenotazione, fino all’esaurimento del fondo. Possono richiedere il contributo i proprietari di manufatti contenenti amianto presenti nel territorio del Comune di Rimini ed in regola con gli strumenti urbanistici vigenti e che abbiano manufatti abbandonati sul suolo di proprietà, denunciati ad una Pubblica Autorità. 

L’elenco delle ditte abilitate e tutta la modulistica necessaria sono disponibili sul sito del Comune di Rimini al seguente link: www.comune.rimini.it/documenti/bandi/bandi-contributi/bando-amianto-2022

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui