Rimini, credono sia l’autore di un furto e lo riempiono di botte: denunciati tre turisti svizzeri

Ieri notte, una pattuglia della Polizia di Stato di Rimini è intervenuta in viale Regina Margherita perché si notavano un gruppo di giovani che si spintonavano con violenza e uno di loro sbracciandosi cercava di richiamare l’attenzione della volante. Prontamente gli operatori riuscivano a bloccare gli aggressori, tre 20enni cittadini svizzeri in vacanza a Rimini, che si presentavano in evidente stato di alterazione alcolica. Conviti che fosse l’autore del furto di un loro zainetto, i ragazzi avevano poco prima accerchiato e malmenato con calci e pugni un giovane riminese che transitava da quelle parti. Il malcapitato, che risultava completamente estraneo ai fatti, accasciato per terra e dolorante nel costato e con evidenti ematomi al viso, è stato fatto subito accompagnare in ospedale per le cure mediche mentre i tre giovani svizzeri sono stati accompagnati in Questura ove venivano denunciati per il reato di lesioni in concorso e per ubriachezza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui