E’ morto l’avvocato Antonio Zavoli. Figura di riferimento del foro ma anche della politica, se n’è andato a 84 anni a causa del Covid-19 che gli ha provocato una polmonite a cui non è sopravvissuto. Tra le tante cause per cui era diventato noto, oltre che per la passione per la letteratura, il ricorso contro il sindaco Alberto Ravaioli, eletto nel giugno del 1999 e “caduto” a fine 2000. L’avvocato Zavoli aveva sostenuto, a ragione, l’incompatibilità della carica di sindaco con quella di primario di un reparto dell’Infermi, Oncologia. Ravaioli si era poi ripresentato l’anno dopo, vincendo le elezioni, grazie al decreto “Salva sindaci”.

Argomenti:

avvocato

covid

morto

zavoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *