Rimini. Contrabbando, la Finanza chiude bar e un vivaio

La guardia di finanza di Rimini notifica due provvedimenti dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e chiude altrettanti esercizi commerciali per la violazione del Testo unico delle leggi doganali e/o di altre leggi speciali in materia di generi di monopolio. La sanzione più pesante, ventisei giorni di sospensione della licenza, ha colpito un bar gestito da un cittadino originario del Marocco, dove è stato accertato venivano venduti tabacchi e melassa per narghile’ di contrabbando. Il barista dovrà pagare anche una sanzione di 4.000 euro. Oltre 120mila tra filtri e cartine per sigarette in vendita senza le prescritte autorizzazioni per i generi di Monopolio, costeranno invece 11 giorni di stop al titolare della seconda attività sanzionata, un commerciante all’ingrosso di piante e fiori. Le violazioni sono state accertate dalle ispezioni eseguite dal Fiamme gialle del Gruppo di Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui