Rimini, cerca di gettarsi sotto al treno: donna salvata da due poliziotti

Donna tenta il suicidio gettandosi sotto a un treno, ma viene salvata grazie all’intervento di due agenti di polizia È accaduto sabato pomeriggio nella zona di Rivazzurra. Alcuni cittadini hanno segnalato al 112, numero unico di emergenza, la presenza di una donna che, scalza e spaesata, si dirigeva verso la massicciata. La pattuglia delle Volanti, raccolte le indicazioni dalla centrale, ha raggiunto la frazione riminese e, nel percorrere il tratto da via Taranto e via Matera, ha avvistato la donna che nel frattempo era riuscito a scavalcare la recinzione e si stava arrampicando proprio sull’ultimo tratto della massicciata che porta dritto dritto ai binari. I poliziotti l’hanno raggiunta mentre lei si trovava ad appena un metro e mezzo dalla linea ferroviaria: l’hanno abbrancata per le braccia e sono riusciti a trarla in salvo poco prima dell’arrivo del treno. Il convoglio, pochi secondi dopo l’intervento, è passato a tutta velocità alle loro spalle quando ormai la donna era in sicurezza, seduta tra i due agenti a riprendere fiato. La donna, subito dopo, è stata accompagnata al pronto soccorso. Nella stessa giornata un uomo agli arresti domiciliari ha tentato il suicidio ingerendo pastiglie e ferendosi ai polsi. Quindi, ha fatto una telefonata d’addio alla madre che però ha allertato i soccorsi: l’uomo è stato raggiunto appena in tempo e ricoverato in ospedale a Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui