Rimini, carte false sui vaccini, coppia nei guai, medico indagato

RIMINI. Carte false sui vaccini, coppia di genitori nei guai e medico compiacente indagato. Il sospetto alla base dell’indagine ancora in pieno svolgimento, ma che preannuncia sviluppi importanti, è aver falsificato i certificati vaccinali della figlia 15enne per non avere problemi di iscrizione a scuola. Una pratica che, secondo l’accusa, potrebbe aver riguardato almeno un gruppo di dieci/dodici famiglie legate tra loro, tutte residenti nel Riminese. Il riserbo della Procura di Pesaro (che ha ereditato il fascicolo da un pm riminese per una questione di competenza territoriale) e dei carabinieri di Riccione che hanno scoperchiato il pentolone e continuano a indagare sulla vicenda, è assoluto. Trapela però l’origine dell’inchiesta, a partire dalla convocazione da parte dell’Ausl di Rimini di una adolescente per un “richiamo”.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui