Rimini, carabinieri chiudono bar di Marina Centro per assembramento

RIMINI. Mille persone controllate a Pasqua, venti delle quali sanzionate perché trovate in strada senza un giustificato motivo. Un solo locale multato, su 180 controllati, per via dei troppi clienti davanti all’ingresso: l’esercizio pubblico, un bar di Marina centro a Rimini, rimarrà chiuso per i prossimi cinque giorni.

Pur con le dovute eccezioni e nonostante la presenza di parecchia gente che ha approfittato della possibilità di svolgere attività motoria per lasciare la propria abitazione, si è avuto rispetto per le disposizioni del governo per il contenimento della pandemia Covid-19.

La massiccia presenza delle forze dell’ordine (soltanto i carabinieri erano 160) ha garantito una Pasqua blindata (ci sono stati anche due arresti e tre denunciati, per lo più per droga). Anche oggi, Pasquetta, continuano controlli serrati da parte dell’Arma in provincia di Rimini per evitare le tradizionali gite fuori porta. Pattuglie sono dislocate sulle principali direttrici di uscita ed entrata delle località della riviera riminese.

L’Emilia-Romagna resta in zona rossa anche domani, al contrario di altre regioni: si ipotizza un possibile allentamento delle misure a partire dal 12 aprile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui