Rimini, una canzone per chi vuole vedere il mare

RIMINI. Il periodo della quarantena può essere fruttuoso, l’occasione per concludere progetti iniziati, da tempo in attesa di essere conclusi. Di certo lo è stato per Damiano Ramberti, in arte Damiank, 24enne studente di Giurisprudenza con la passione per la musica, che ne ha approfittato per registrare (in casa) la sua canzone, intitolata “Vorrei vedere il mare”. Una canzone che, neanche a farlo apposta, calza a pennello in queste settimane di isolamento forzato. Eppure, Damiano giura di averla scritta quando di Covid 19 non se ne era ancora sentito parlare.
Damiano, se non è stata scritta in queste settimane, quando ha preso forma la sua canzone?
«L’ho scritta almeno due anni fa, ma durante la quarantena ho avuto il tempo e l’energia per fare un prodotto completo, finendo la registrazione. Il testo, effettivamente, sembra raccontare le sensazioni di chi è “chiuso in casa”, ma non l’ho scritta ora. Probabilmente era destino che la completassi adesso».
È la sua prima canzone?
«No, io ho un’infinità di canzoni, e prima di questa ne ho registrata anche un’altra, intitolata “Lenzuola e lampadine”. Ho suonato in diversi gruppi, la musica è da sempre la mia passione. Sogno di poterne fare la mia professione, nei prossimi anni, dopo aver dato l’ultimo esame e la tesi. Intanto, visto che oltre alle lezioni online non ho altri contatti con l’esterno, vado avanti a cantare e suonare da solo».
Trova ispirazione in questi giorni di “riposo” forzato?
«No, in realtà no, essendo sempre bloccato in casa non ho grande ispirazione, però ho tempo per concludere i progetti iniziati. E di canzoni “quasi pronte” ne ho una decina».
L’ha fatto da solo, in casa?
«Sì. Anche se non è paragonabile al risultato che si ottiene in sala di registrazione con un’etichetta discografica, con un pc, un microfono e una buona scheda audio oggi è possibile ottenere un buon prodotto. Fondamentale, però, è saper suonare bene».
Cosa vede nel “dopo coronavirus”?
«Sogno concerti, live sul palco. Intanto, però, mi accontento di “far suonare” le mie canzoni su canali come Youtube o Spotify, dove mi sono presentato come Damiank».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui