Rimini, cammina in mezzo alla strada e lancia il telefono contro i poliziotti: arrestato

Ieri mattina, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un ragazzo albanese per Resistenza a Pubblico Ufficiale e Danneggiamento Aggravato. Nello specifico, alle 7.20 una volante della Questura di Rimini mentre transitava in Via Destra del Porto, notava un individuo che camminava al centro strada ponendo in pericolo la circolazione stradale. Gli operatori nell’immediatezza si avvicinavano, ma dall’inizio l’uomo assumeva un atteggiamento estremamente aggressivo minacciando ripetutamente gli agenti cercando con essi lo scontro fisico. Inoltre, rifiutava di declinare le proprie generalità e come segno di sfida lanciava il cellulare contro l’autovettura degli operatori. Visto quanto stava accadendo gli operatori hanno proceduto all’accompagnamento dell’interessato in Questura per una compiuta identificazione dove continuava con il suo atteggiamento aggressivo e di sfida. In considerazione dei fatti accaduti, lo stesso veniva tratto in arresto e sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia Giudiziaria emesso dal Tribunale di Rimini. Veniva altresì denunciato per rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui