Rimini, una busta di acqua e ghiaccio sfiora un bimbo di 4 anni

Una borsina di plastica piena di acqua e ghiaccio lanciata in strada dal quarto piano di un palazzo. In pieno orario di punta. È quello che è accaduto ieri in tarda mattinata in via Gambalunga. Erano circa le 12,45 quando, dal palazzo di fronte alla Biblioteca Gambalunga, è stata lanciata una borsa verde che ha sfiorato un bimbo di 4 anni.
«È stata una scena scioccante – racconta la signora Isa -. Ero insieme ai miei due nipotini di 4 e 8 anni e stavamo andando verso piazza Ferrari per far ritorno a casa dopo una mattinata in città. Erano davanti a me di qualche metro e stavo dicendo loro proprio di aspettarmi quando ho visto questa borsa cadere e sfiorare il più piccolo dei miei nipoti. Mi si è gelato il sangue perché sarebbe bastato qualche centimetro in più e gli sarebbe arrivata in testa e non oso pensare con quali conseguenze. Appena mi sono sincerata che i bimbi stessero bene ho guardato in alto per capire e vedere chi era stato, purtroppo ho visto solo dei gran fiori. È stato un gesto folle perché in pochi metri c’erano anche un paio di mamme con i passeggini. Da quell’altezza, con il ghiaccio che c’era dentro, poteva procurare danni davvero gravi».
Superato lo spavento la signora ha contattato le forze dell’ordine. «Una prima volta mi hanno detto di richiamare, poi che non c’era personale perché le pattuglie erano tutte fuori per servizio: non so davvero cosa pensare. Mi spiace perché a mio parere è un gesto davvero grave».
Gesto che non è nuovo in quel tratto di via. «Un’altra volta, proprio nello stesso punto, è stata lanciata sempre una busta di plastica contenente acqua – ricordano alcuni negozianti -. E anche quella volta c’era un artista di strada che stava suonando. Rimane il fatto di un gesto pericolosissimo, se avesse preso uno dei bimbi che in quel momento stavano passeggiando, magari saremmo qui a parlare di tragedia».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui