Santarcangelo, braccio incastrato nella macchina per tagliare il vetro

Infortunio sul lavoro ieri mattina alla vetreria Pari di San Martino dei Mulini. Dipendente resta intrappolato con un braccio in una macchina per la lavorazione del vetro. Per liberarlo si è reso necessario l’intervento dei Vigili del fuoco. Le sue condizioni, fortunatamente, non sono gravi.


L’allarme

Mancavano 5 minuti alle 8 quando al centralino del comando provinciale dei pompieri è arrivata la richiesta d’aiuto dalla sede della ditta in via Marecchiese. Da via Varisco è stata fatta uscire la prima partenza che in una manciata di minuti è arrivata nel capannone. Qui l’operaio di 49 anni, per cause che dovranno essere stabilite dall’indagine del Servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro della Medicina del lavoro dell’Azienda Usl di Rimini, è rimasto intrappolato con la parte superiore del braccio destro tra gli ingranaggi di una macchina tagliatrice del vetro.


I soccorsi

I sistemi di sicurezza dell’impianto si sono immediatamente attivati bloccando il macchinario; questo ha fatto si che i danni fisici per l’operaio siano stati relativamente contenuti. A questo punto sono entrati in scena i Vigili del fuoco che con grande perizia hanno liberato la vittima. Lavoro svolto sotto lo sguardo attento del personale del 118, intervenuto con un’ambulanza e l’automedicalizzata. Sul posto sono arrivati nel frattempo anche i carabinieri della stazione di Santarcangelo. Una volta stabilizzato il paziente è stato caricato in ambulanza e come concordato con la centrale operativa di Romagna soccorso è stato deciso il suo trasferimento diretto al Bufalini. L’operaio dopo tutti gli accertamenti e le visite è stato ricoverato in Ortopedia. Dell’episodio è stato avvertito anche il pubblico ministero di turno alla Procura della Repubblica di Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui