RIMINI. Ha tentato di baciare una dipendente 23enne di una clinica privata nell’ascensore della struttura sanitaria il 32enne senegalese arrestato dalla Polizia a Rimini. A dare l’allarme è stata la stessa vittima che ha contattato il numero di emergenza 112 consentendo agli agenti di bloccare l’aggressore e a scongiurarne la fuga. 

La giovane, in evidente stato di agitazione, ha riferito agli operatori che intorno alle 16.30 si era portata alla clinica  per effettuare una visita medica e una volta entrata in ascensore, prima che le porte si chiudessero, era stata raggiunta da un ragazzo che dopo pochi secondi, le si era avvicinato con uno scatto repentino e allungando la testa fin quasi a sfiorarla, aveva cercato di baciarla sulle labbra contro la sua volontà. La ragazza a quel punto, spaventatissima, si era ritratta più che aveva potuto, iniziando a gridare e riuscendo a sottrarsi all’uomo che, approfittando dell’esile corporatura della giovane, era riuscito a trattenerla all’interno  dell’ascensore ancora in movimento spingendo poi alcuni pulsanti della tastiera interna per provare a bloccarlo senza però riuscirvi. Il 32enne è stato arrestato per tentata violenza sessuale.

Argomenti:

ascensore

bacio

clinica

ragazza

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *