Rimini, cade dall’auto mentre fa gestacci: è grave

Rimini, cade dall'auto mentre fa gestacci: è grave
La polizia indaga sul luogo dove è caduto il ragazzo

Una bravata lo ha portato a sporgersi dal finestrino dell’auto in corsa: un’acrobazia rischiosa che ha rischiato di costare cara a un ventiquattrenne residente a San Marino.
Il giovane passeggero, dopo una sbandata del conducente, è infatti volato giù dalla vettura ed è finito nel fossato sul ciglio della strada.
Gli altri tirano dritto
Non doveva essere l’unico su di giri dentro quella macchina: gli altri a bordo, infatti, hanno deciso di tirare dritto lasciando l’amico ferito.
Il singolare incidente è accaduto nel primo pomeriggio di ieri, qualche minuto prima delle 14, nella zona di Viserba monte lungo via San Martino in Riparotta, all’altezza del numero civico 11.
Il ventiquattrenne, soccorso dal medico di un’ambulanza del 118, è stato trasportato d’urgenza nell’ospedale “Maurizio Bufalini” di Cesena.
Fratture multiple
È ricoverato in prognosi riservata ed è sotto osservazione, ma si tratta di una misura precauzionale: ha riportato delle fratture, ma non è in pericolo di vita. Pur non avendo perso conoscenza non è stato lui a spiegare agli agenti delle Volanti della questura la dinamica dell’accaduto.
Comprensibilmente confuso è stato anche poco collaborativo a giudizio dei poliziotti che indagano sull’accaduto. Fortunatamente gli investigatori hanno potuto contare sulla testimonianza di una donna, l’automobilista che precedeva l’auto dalla quale è volato il ferito. Una vettura Audi A3, immatricolata nella Repubblica di San marino, in uso al ventiquattrenne.
Gestacci a una donna
«Suonavano il clacson, lui si sporgeva pericolosamente: quando mi ha affiancato mi faceva gestacci e boccacce» ha raccontato lei.
«Mi sono spaventata e ho rallentato per lasciarlo andare: a quel punto l’Audi, sbandando, è andata a sbattere su una specie di ringhiera, la recinzione di una casa privata, e il ragazzo è caduto giù». Una versione considerata attendibile.
Rischiano la denuncia
La polizia, che ha raccolto anche immagini di sorveglianza, è sulle tracce della vettura (segnalata dalla Gendarmeria fin dalla notte precedente, perché gli occupanti si sarebbero resi responsabili di atti vandalici) e delle altre persone a bordo della vettura: rischiano la denuncia per omissione di soccorso.

Argomenti:

Roberto Masini
About the Author

Direttore responsabile. Riminese, classe 1964, tra i soci fondatori che diedero vita all'esperienza del Corriere Romagna nel 1993.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *