Rimini, aumentano i tempi e i costi della rotatoria “Valentini”

RIMINI. Durante gli scavi sono stati trovati materiali che devono essere smaltiti in una discarica. Ecco perché aumentano i tempi e i costi della cosiddetta rotatoria “Valentini”. Il Comune collocava alla fine di febbraio il taglio del nastro per l’opera sulla Statale 16 nella zona Padulli. Invece è stata necessaria una variante, pubblicata sull’Albo pretorio per concedere trenta giorni in più e autorizzare una spesa che da 1 milione 621mila euro passa a 1 milione 945mila.

«Durante i lavori di scavo della parte di terreno compresa tra la Statale 16 e il Deviatore Ausa – si legge infatti nel documento – è stata riscontrata la presenza di materiale di riporto con forte natura antropica. Dalle analisi non è stata riscontrata la presenza di sostanze pericolose. A causa delle caratteristiche rilevate, il materiale scovato, non può essere classificato come “terre e rocce” da scavo, ma “rifiuto” e pertanto deve essere conferito in discarica autorizzata con notevole aggravio dei costi».

L’intera opera

Ricordiamo che il progetto prevede la realizzazione di due nuove rotatorie (una sulla Statale 16 di collegamento allo stabilimento Valentini e raccordo con via Cerasolo, l’altra su via Aldo Moro-via di Mezzo) nonché la costruzione di un ponte sull’Ausa che collegherà le due opere.

L’intero intervento prevede una terza parte, con cui si provvederà alla realizzazione di un sottopasso carrabile alla Statale 16, costituito da una piccola rotatoria posta lato mare della Statale, dalle rampe di raccordo del sottopasso alla rotatoria e alla via Tosca e da una corsia di accelerazione e una di decelerazione che collegano la rotatoria alla Ss16. Fa parte del progetto inoltre la realizzazione della corsia che collega via Tosca con la Ss 16 e la contestuale chiusura alla circolazione automobilistica del ponte di attraversamento del deviatore Ausa di via Aldo Moro trasformandolo in solo attraversamento ciclopedonale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui