RIMINI. Ottanta chiamate al giorno, cinquanta servizi giornalieri, tra i quattrocento e i cinquecento farmaci consegnati al giorno: sono questi i numeri del servizio di consegna di farmaci a domicilio predisposto dalla Croce Rossa assicurato con i volontari della struttura comunale di protezione civile, che dall’inizio dell’emergenza sanitaria ha consentito di soddisfare oltre 1.800 esigenze in 24 giorni.
Con l’emergenza Covid-19 la Croce Rossa ha organizzato il progetto Pronto Farmaco e attivato il numero verde 800231999 da chiamare per registrarsi e farsi consegnare i medicinali a casa. Il servizio viene garantito due volte al giorno, mattina e pomeriggio, con due equipaggi da parte del Nucleo della Associazione Carabinieri che accompagnano i Volontari della Croce Rossa prima alla acquisizione dei farmaci alla Farmacia dell’Ospedale o ad altre presenti nel territorio, poi alla consegna alle persone.
Il servizio ha assunto una portata tale da richiedere l’impiego di almeno 20 volontari che operano in una filiera che prevedere quattro step: registrazione delle chiamate al centralino, richiamare gli utenti per raccogliere l’ordinativo di farmaci da garantire il giorno successivo; organizzare gli spostamenti e la distribuzione: organizzare gli equipaggi e le dotazioni di medicinali da consegnare.
Da oggi mercoledì 8 aprile parte il secondo progetto dedicato al Pronto Farmaco Covid, per conferire medicinali di provenienza ospedaliera a soggetti in quarantena, con deficit immunitari e ad elevato rischio di contagio che non possono lasciare l’alloggio.

Argomenti:

coronavirus

Covid-19

croce rossa

domicilio

farmaci