Rimini. Assalto alle farmacie, tamponi prenotati fino alla fine dell’anno

C’è chi come la clinica Nuova Ricerca ha lanciato una vera e propria campagna abbonamenti e chi si è fatto «l’abbonamento fai da te» nella farmacia di fiducia. O in quella in cui ha trovato posto, considerato l’assalto ai tamponi rapidi o molecolari scattato con largo anticipo in vista del d-day fissato per venerdì 15 ottobre. Domani.
Il conto alla rovescia per il giorno di entrata in vigore del green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro pubblici e privati è iniziato da un po’, ma in queste ore le cornette delle farmacie della provincia sono più roventi del bagnasciuga a Ferragosto. Basta provare a fare un giro di chiamate per rendersene conto: già è difficile prendere la linea, fissare l’appuntamento è un’impresa pari quasi alla scalata del Mortirolo con una Graziella. Ecco il nostro personale “tour” a caccia di tamponi.

Tutti in fila per l’abbonamento


«Abbiamo scelto la strada degli abbonamenti con opzione di triplo pacchetto da 3, 6 o 10 tamponi così da accelerare i tempi per tutti: una volta accettati e registrati non si devono rifare adempimenti burocratici ed è un modo per facilitare soprattutto le aziende» spiega il direttore della Nuova Ricerca Giorgio Celli, rivelando: «Ieri pomeriggio, nel primo giorno disponibile per acquistarli, ne abbiamo venduti 70 per un totale da 700 tamponi, si va avanti ancora a raccogliere prenotazioni fra le 17 e le 20 a Rimini e dalle 14 alle 19 nelle sedi periferiche di Villa Verucchio e Santarcangelo: l’idea è farne 150 al giorno, 50 per sede, ma se ce ne sarà bisogno siamo pronti e attrezzati per aumentare il numero. Si tratta di tamponi nasali come quelli che si fanno in farmacia e qui costano 12 euro l’uno. Venerdì mattina, il primo giorno, è abbastanza scarico, da lunedì inizia invece la rumba».

L’assalto alle farmacie


«Ne abbiamo programmati una trentina al giorno, quaranta se riusciamo, e siamo strapieni di prenotazioni. Per venerdì 15, lunedì, mercoledì e venerdì della prossima settimana abbiamo in pratica esaurito, perché tutti cercano i giorni dispari. La prima disponibilità l’abbiamo su martedì 19, siamo anche in attesa di capire come si organizzeranno le aziende» rivola il dottor Ruggero Cantelli, titolare dell’omonima farmacia di piazza Tre Martiri.
«Le prenotazioni viaggiano a tutta sui giorni dispari e siamo un po’ più liberi il martedì e giovedì. Organizzandoci bene riusciremo a farne anche un centinaio al giorno, ma quelle del lunedì, mercoledì e venerdì al 90% sono già coperte per alcune settimane. Fino ai primi di novembre. C’è qualcosina in qualche orario non gettonato, perché la grandissima parte chiede la primissima mattina prima di andare al lavoro o la sera all’uscita» fa eco il dottor Roberto Deluigi appunto dalla Farmacia Deluigi di via Di Mezzo.
Alla Farmacia Comunale Rimini 6 è direttamente la segreteria telefonica a consigliare di «prenotare tamponi rapidi sul sito Agenda…», mentre spostandosi dal centro dalla Farmacia Rivazzurra spiegano: «Siamo abbastanza pieni per intere settimane, soprattutto negli orari fra le 8.30 e le 10 e fra le 18 alle 19.30: faremo una quarantina al giorno».


Prenotazioni fino a dicembre

Infine, dalla Farmacia Dell’Alba di Viale Dante a Riccione il dottor Stefano Giovannetti rivela la scelta degli “abbonamenti fai da te”: «Noi cerchiamo di fare il più possibile e prendiamo 40-50 prenotazioni al giorno anche se la richiesta è molto maggiore. Il primo buco libero c’è martedì mattina, ma in tanti per non correre rischi hanno prenotato fino a fine dicembre facendo schemi settimanali. Ma siamo pieni anche sul fine settimana, perché diversi coniugano l’obbligo del lavoro con il poter andare magari al ristorante nel week end».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui