RIMINI. Sulla bicicletta aveva caricato anche un termosifone di ghisa, il 52enne tunisino sorpreso ieri pomeriggio da un equipaggio delle Volanti della Questura, mentre scavalcava la cancellata dello stabile che avrebbe dovuto ospitare la cittadina della sicurezza in via Ugo Bassi. Nella borsa che aveva in spalla, gli agenti hanno trovato
numeroso materiale elettrico e metallico, circa 200 pezzi tra supporti per pavimenti galleggianti, serrature, interruttori, placchette e trasformatori.

Argomenti:

furto

questura

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *