Rimini, arrestato in hotel con tre etti di cocaina

RIMINI. Nel cassetto del comodino nascondeva quasi quattromila euro in contanti, niente male per un giovane disoccupato e con i documenti non più in regola dopo la scadenza del visto turistico.

Secondo l’accusa i soldi erano proventi dello spaccio: nell’armadio della camera d’albergo (a Miramare) dove alloggiava da qualche tempo, infatti, gli agenti della polizia locale hanno trovato poco meno di tre etti di cocaina, in parte nella tasca del giubbotto, in parte dietro a un’anta interna.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio è finito un ventiduenne di nazionalità albanese (N.Z. le sue iniziali), incensurato. L’operazione è stata coordinata dal pubblico ministero Paolo Gengarelli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui