Rimini, alleanza con l’Avis: gli uomini della Guardia Costiera diventano donatori di sangue

 Guardia Costiera a sostegno dell’Avis riminese. Molteplici ed impegnative sono le attività che svolge quotidianamente la Guardia Costiera lungo i circa 8.000 km di coste che segnano il perimetro del nostro Paese. Dal controllo della navigazione commerciale, da diporto e della pesca, alla sorveglianza dei confini e dei traffici illegali, alla tutela del Patrimonio, spesso salvando vite umane il cui destino sarebbe quello di finire in fondo al mare se non vi fossero le donne e gli uomini in divisa bianca disposti a rischiare la propria.

“E’ con questo spirito altruistico – si legge in una nota dell’Avis – che il Capitano di Fregata Giorgia Capozzella, giunta nella nostra città da poche settimane per assumere il comando della Guardia Costiera di Rimini, mostrando da subito sensibilità ed attenzione alle tematiche sociali e nello specifico della donazione del sangue, si è adoperata in prima persona per costruire un sodalizio con l’Avis Riminese che, rappresentata dalla Dott.ssa Piccioni e dai Presidenti Provinciale e Comunale Pazzaglini e Bruno, le ha fatto visita presso il suo Comando.

Numerose le donne e gli uomini della Capitaneria presenti all’incontro che, mostrando interesse sull’argomento, hanno posto domande sulle caratteristiche e le modali relative alla donazione del sangue. Nei prossimi giorni molti di loro inizieranno le procedure medico/sanitarie per intraprendere il percorso da donatori di sangue. Ancora una volta, donne e uomini in divisa, andando oltre quelle che sono le funzioni istituzionali ordinarie del loro ruolo, decidono di fare qualcosa di straordinario, contribuire ad alleviare le sofferenze delle persone più fragili con un gesto di grande umanità, donando un po’ di se stessi a chi ne ha bisogno. Ad essi vanno il ringraziamento e la gratitudine dell’Avis e della Città di Rimini”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui