Rimini. All’aeroporto arriva il colosso Anex. Primi voli da maggio

RIMINI. E’ uno dei tour operator più importanti al mondo, conta una flotta di 46 aerei con la sua compagnia Azur Air (che operano con più di 300 rotte su 62 scali internazionali, collegando 150 città del mondo) e ha aperto i suoi uffici all’aeroporto Fellini di Rimini, dal quale da maggio inizierà ad operare coi suoi voli. Si tratta di Anex Travel Group, specializzato in turismo integrato, e che offre esperienze di viaggio a 360 gradi, anche grazie a 3.000 guide turistiche nel mondo. Secondo operatore turistico al mondo per fatturato (10 miliardi di euro nel pre pandemia), apre dunque i suoi uffici direttivi (230 metri quadrati) all’interno dell’aeroporto internazionale di Rimini e San Marino. Anex, che opera da più di 25 anni sul mercato turistico ed è specializzato in vacanza balneare, city breaks e luxury travel, spiega oggi Apt Emilia-Romagna, raggiunge 33 mercati di destinazione con un’offerta “integrata” che spazia dai trasporti (aereo e su strada) ad ospitalità e servizi ed esperienze di viaggio. “La presenza di un player di questo calibro sul nostro territorio – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini – a lungo ‘corteggiato’ dalla Regione, è la premessa per la continua internazionalizzazione della nostra offerta di vacanza, a cui lavoriamo da anni e che solo la pandemia ha parzialmente rallentato”. Ora, aggiunge, “forti delle più recenti disposizioni in materia di spostamenti, cioè l’abbandono della mappa del contagio a favore di un approccio ‘individuale’, il mondo tornerà presto a viaggiare più liberamente e, grazie ad Anex Tour, Rimini e la Romagna saranno ancora di più la porta di accesso alla ricca offerta di vacanza della nostra regione”.

Rimini, 27/01/2022; aeroporto F.Fellini, conf stampa presentazione Anex Tour©Riccardo Gallini/GRPhoto

Per il sindaco di Rimini e presidente di Visit Romagna Jamil Sadegholvaad, l’arrivo di Anex “è una grande notizia sia sotto l’aspetto pratico e operativo che simbolico”. Pochi giorni fa, rimarca, “ho dichiarato come sia necessario tornare a rialzare la testa e, soprattutto sul fronte del turismo, il settore economico maggiormente penalizzato dalla pandemia, occorra tornare a programmare le attività sulla base di un approccio generale più positivo e pro attivo”. Perché “non possiamo continuare a restare immobili, sospesi; occorre ricercare una nuova normalità, trovando modalità di coesistenza concreta con il problema”. E gli altri Paesi dell’area mediterranea ed europea, “peraltro nostri diretti concorrenti sul versante turistico”, lo stanno già facendo. Quindi, lo sbarco di Anex Travel Group all’aeroporto di Rimini “significa aprire un orizzonte negli ultimi due anni occluso; dare un segnale forte di fiducia a una Riviera e a una città come Rimini che negli ultimi anni hanno investito tantissimo per rigenerarsi”. Ora si rimette al centro “l’aeroporto, struttura strategica per il nostro turismo e le nostre imprese sul quale dovremo tutti concentrare i nostri sforzi e i nostri progetti di sviluppo nei prossimi anni”. Dal canto suo il Deputy General Manager Italy di Anex Tour, Claudio Abbadessa, spiega che per l’avvio dell’operatività in Italia, la scelta è caduta su uno “dei più dinamici distretti turistici d’Europa”. La Riviera romagnola “oggi sa offrire molto di più della semplice vacanza balneare ed è fortemente competitiva con le altre destinazioni europee raggiunte da Anextour”. Inoltre, grazie all’alta velocità e agli altri collegamenti è “‘vicina’ a tutta l’Italia turistica più attrattiva. Da maggio avvieremo i primi collegamenti con l’aeroporto, destinati a crescere man mano che ci allontaneremo dalla pandemia”, conclude. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui