Era diretto probabilmente in qualche minimarket, il carico di prodotti alimentari senza autorizzazioni e nessun tipo di accorgimento igienico sanitario, fermato dalla polizia locale. Un controllo iniziato dalle condizioni visibilmente fatiscenti del veicolo, a cui non si leggeva neanche il numero della targa che una pattuglia ha fermato sulla rampa d’uscita dell’autostrada del casello di Rimini Sud.
Dopo l’alt gli agenti si sono accorti che la patente europea mostrata dal conducente era falsa, il veicolo era privo di assicurazione e la carta di circolazione non risultava aggiornata con i dati dell’ultimo proprietario, che risultava essere la persona seduta nel lato passeggero. Nella successiva ispezione del vano portabagagli gli agenti hanno trovato stipate 31 cassette di merci alimentari varie, destinate alla vendita, trasportate senza alcun documento o accorgimento igienico e per il quale il veicolo non risultava abilitato al trasporto.
Due le persone fermate, entrambe di origine extracomunitarie, non residenti a Rimini, tra cui il conducente che non avendo altro documento con sé, veniva accompagnato in comando per la prescritta identificazione.  Ad entrambi notificate sanzioni per un totale di 7.500 euro per una lunga serie di infrazioni, oltre a quella fatta per il trasporto di prodotti alimentari senza accorgimenti igienici, sanzione per la quale è scattata anche la segnalazione all’Ausl per i provvedimenti di competenza.
Gli agenti hanno provveduto anche al sequestro il veicolo, che ha subito anche altri due provvedimenti di fermo amministrativo e il ritiro della carta di circolazione. Anche la patente internazionale risultata falsa è stata sottoposta a sequestro penale per la prescritta perizia e il conducente deferito all’autorità giudiziaria per il reato di falsità materiale.   

Argomenti:

alimenti

market

multa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *