Sono stati 3 i sequestri penali operati quest’estate dal Noac, il Nucleo operativo anti abusivismo commerciale della Polizia Municipale di Rimini che arrivati alla fine dell’estate riconsegna un bilancio che per numeri e caratteristiche consolida il trend già fotografato da un paio di stagioni a questa parte. L’amministrazione comunale conferma dunque quasi ridotta a zero la vendita di merce con marchi contraffatti, che già la scorsa estate erano fortemente ridotti: 3 i sequestri da metà giugno allo scorso fine settimana, contro i 25 della passata stagione. Per dare riscontro del ridimensionamento, basti pensare che nell’estate del 2015 i sequestri penali furono 198. Restano in linea con l’andamento degli ultimi anni, i rinvenimenti e i sequestri amministrativi: 957 quelli portati a termine al 15 settembre scorso, contro i poco più di mille della stagione passata. “La situazione anche quest’estate si è confermata stabile, all’interno di un trend ormai quadriennale che ha visto un deciso ridimensionamento del fenomeno – commenta l’assessore alla Polizia Locale Jamil Sadegholvaad –. La strategia operativa è ormai collaudata e funziona, permettendoci di tenere sotto controllo un problema non più invasivo come un tempo, con la quasi totale estinzione della vendita di capi contraffatti e dei ‘mercatini’ stanziali sulla spiaggia. Proseguiremo nella direzione tracciata e per questo ringrazio gli agenti che hanno prestato il loro servizio in collaborazione con le forze dell’ordine del territorio”.

Argomenti:

abusivismo

contraffatta

polizia municipale

sequestri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *