RIMINI. A Rimini sono arrivate dalla Regione 152.000 mascherine chirurgiche per il territorio provinciale e da domani inizia la distribuzione, una a persona, davanti ai negozi e alle farmacie. Si tratta di una prima fornitura che il Comune sta mettendo in distribuzione attraverso una rete per rispondere alle difficoltà di chi non riesce ad averle e nell’ipotesi di graduali riaperture in alcuni comparti economici. Da domani, dunque, verranno distribuite nei luoghi della grande e media distribuzione, le farmacie aderenti, alcune botteghe rionali (specie in zone come Corpolò e Santa Giustina) e anche col porta a porta per gli anziani e i più fragili. In questo caso i volontari metteranno la mascherina nella buchetta delle lettera dopo aver suonato il campanello e mai entrando nelle abitazioni. Quanto all’elenco dei luoghi di distribuzione, sarà reso pubblico quanto prima così da permettere il ritiro. La Regione assicura che è già prevista la possibilità di aggiungere nuove forniture nei prossimi giorni. Le 67.450 mascherine consegnate quest’oggi alla Protezione civile del Comune in questo momento sono in fase di preparazione e confezionamento singolo per la distribuzione.  Le mascherine consegnate nascono come monouso, prosegue il Comune, ma in questo contesto di emergenza, fino a quando non saranno disponibili in maggior quantità è possibile il riutilizzo, a determinate condizioni. Non devono essere scambiate fra le persone, ognuno deve avere la sua dopo l’utilizzo per alcune ore possono essere riposte o appese in luogo pulito e riutilizzate il giorno successivo (eventualmente previa disinfezione con alcool), devono rimanere nel contesto domestico e non utilizzate come dispositivo nei luoghi di lavoro.

Argomenti:

coronavirus

mascherine

porta a porta

regione

volontari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *