“Right”, a Santarcangelo il teatro-danza racconta violenzae soprusi

È un libero adattamento di “Le sacre du printemps”, balletto con musiche del compositore russo Igor Stravnskij scritto fra il 1911 e 1913, lo spettacolo Right che apre stasera, ore 21, al Lavatoio di Santarcangelo, la programmazione 2023 di E’ bal, la rete sostenuta da Ater Fondazione dedicata alla diffusione e promozione della danza contemporanea, attiva da Cattolica a Piacenza con un cartellone condiviso di spettacoli, residenze, laboratori.

Dentro il lavoro si leggono i soprusi ancora oggi compiuti a discapito delle donne, la violenza taciuta negli allevamenti intensivi di animali e tutte le forme di imposizione forzata.

Ideatore e regista è Carlo Massari, performer, coreografo e creatore transdisciplinare della scena contemporanea italiana e internazionale, cofondatore di C&C Company con cui ha firmato moltissimi lavori e artista associato del festival Oriente occidente.

Il suo Right è un dramma corale (in scena ci sono sette performer: Aura Calarco, Sofia Galvan, Ginevra Gioli, Stefania Menestrina, Giulia Orlando, Giuseppina Randi, Rebeca Zucchegni) che, attraverso il linguaggio del teatro-danza, racconta violenze e prevaricazioni di un sistema sociale autoritario. Creazione irriverente e provocatoria, è fortemente attuale, poiché affronta tematiche della contemporaneità invitando alla riflessione. Attraverso una costruzione estremamente cinematografica, accompagna lo spettatore dentro a un allevamento intensivo di Vergini atte alla riproduzione, una sorta di laboratorio-lager dove si tenta, con ogni mezzo possibile, di salvare una specie in estinzione. Da tempo immemore viene perpetrata una ritualità utile a garantire la sopravvivenza della comunità, questa volta, però, qualcosa non funziona come dovrebbe e il meccanismo si inceppa.

Right scardina il silenzio attraverso una messa in scena diretta e spietata; un messaggio incisivo che spinge lo spettatore oltre l’atto performativo, mettendo in discussione i principi di giustizia sociale e diritti individuali. Viene così messa in atto una denuncia forte contro il potere inteso come oltraggio mentale e fisico, raccontando atti di coraggio e sottolineando l’importanza della forza della ribellione e del diritto di decidere per se stessi e del proprio corpo.

Info: 0541 626185
santarcangelofestival.com/ebalromagna.com

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui