Rifiuti abbandonati: a San Mauro Mare si valutano le telecamere

Cassonetti strapieni o rifiuti abbandonati a terra: situazioni di inciviltà a iosa. Ma ora San Mauro Pascoli per una situazione critica nella frazione a mare pensa alle telecamere.

Una “moda” diffusa

L’abbandono di rifiuti è un reato, passibile di sanzioni di varia natura, economica e anche penale nei casi più gravi. Ma l’inciviltà abbonda in varie località, dove ci sono soggetti che non continuano a non rispettare le regole con poco decoro attorno ai cassonetti. Così le segnalazioni fioccano da parte dei cittadini, sia riferendo alla polizia municipale, sia con continui post sui social cittadini, sia contattando Hera. La situazione pare essere peggiorata con la raccolta porta a porta, con una frangia di irriducibili che non pare voler sottostare alle regole del convivere civile e preferisce rischiare delle multe.

A Gatteo

In altri casi ci sono cassonetti stradali riempiti troppo, con la gente che non ricorre alle isole ecologiche, ma che porta grandi quantità di materiale dove oggettivamente non ce ne sta più. È il caso di Gatteo, dove dal capoluogo sono arrivate alcune proteste per i cassonetti stracolmi di carta, nella piazzetta XXX aprile, retrostante la scuola primaria e vicino al nuovo parcheggio per auto ricavato nella zona del castello malatestiano. Ieri il decoro non era proprio il massimo, visto che qualcuno ha deciso di appoggiare a terra i propri rifiuti. L’assurdo è che da una verifica veloce in altri cassonetti per la carta posizionati in altre zone, sempre nel capoluogo, risultava esserci ancora posto per ricevere altra carta. Insomma, in questo caso bastava spostarsi di poco. E vista la presenza della scuola potrebbe essere un’idea quella di installare un punto di videoripresa.

Una scena di ieri a Gatteo

A San Mauro Mare

Qui un brutto spettacolo è rimasto in mostra quasi una settimana e ora è stato sistemato: rifiuti di vario genere abbandonati a terra, compreso un grosso sacco nero dell’immondizia e varie sportine. Con gli animali che hanno rotto la plastica e sparpagliato i rifiuti nella zona. In paese vige dall’inizio della scorsa estate il sistema del porta a porta integrale, ma dove finisce via Giovanni da Verrazzano e in concomitanza con il marciapiede di via Ionio c’è una serie di cassonetti dei rifiuti. Qualcuno da lontano ha pensato di poter conferire la propria immondizia, ma quando è stato sul posto si è accorto che i contenitori si potevano aprire solo con la Carta Smeraldo e allora ha lasciato tutto a terra. «Sono a conoscenza della problematica e del brutto spettacolo dei giorni scorsi – afferma l’assessore comunale all’ambiente, Fausto Merciari – La Carta Smeraldo è un sistema pensato per chi soggiorna in affitto o possiede la seconda casa. Chi ha dei rifiuti come carta e plastica, potrebbe conservarli senza problemi in garage un giorno in più, piuttosto che lasciarli a terra di fianco ai cassonetti. Visto che, invece, c’è chi si ostina a non conferire correttamente i propri rifiuti nei cassonetti, stiamo seriamente valutando l’installazione di apposite telecamere. Poi per i trasgressori arriveranno le sanzioni e non saranno lievi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui