Mattia Fiaschini

CESENATICO. La salma di Mattia Fiaschini, il 24enne morto in Australia per una caduta durante un trekking, è tornata a Cesenatico. Ieri la salma è atterrata a Roma, dopo il volo da Sydney con scalo a Dubai, accompagnata dal padre Rodolfo, che nel tardo pomeriggio di ieri spiegava: «Siamo per strada, con uno dei miei figli e un mio caro amico. Finalmente Mattia arriva a casa dopo tutto questo lungo peregrinare e lo saluteremo tutti insieme sabato. Non posso che ringraziare tutti quelli che ci hanno assistito fin dall’inizio, la polizia del commissariato di Cesena e il suo dirigente, il sindaco e il Comune di Cesenatico, il consolato generale d’Italia a Sydney, la mia amica Silvia dell’Agenzia Arcadia Viaggi di Cesenatico e tutti quelli, che sono stati tantissimi, che ci hanno assistito e mi sono stati vicino durante questi momenti di particolare difficoltà. Grazie infinite». Oggi la bara di Mattia è stata portata nella chiesetta del cimitero. Le esequie sono previste per domani. Alle 14 il feretro partirà in corteo che passerà anche dalla abitazione di Mattia Fiaschini; alle 14.30 alla chiesa di San Giacomo i funerali. Poi la bara sarà trasportata a spalla fino a piazza Ciceruacchio per un ultimo momento pubblico. Quindi il trasferimento al crematorio di Cesena.

Il feretro al cimitero di Cesenatico (video realizzato da Gianmaria Zanotti)
Argomenti:

Australia

cesenatico

salma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *