Ridurre l’immondizia in Romagna diventa un gioco per smartphone

Fino a domenica prossima in tutta Europa si rafforza una sfida che bisogna vincere, ridurre i rifiuti il più possibile. Per questa settimana nell’intero continente si rilancia quello che diventa, specie nelle grandi città, un imperativo. In Emilia-Romagna il Gruppo Hera punta sulla formazione e sui giovani con gli Ecogames: sono tre giochi per smartphone, tablet e desktop che servono a insegnare come fare sempre meglio la raccolta differenziata. Tre sono le esperienze che è possibile vivere: il “memory ambientale” (per mettere alla prova le conoscenze e la memoria dei giocatori), il “labirinto ecologico” (che segue il principio “ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa”) e la “caduta rifiuti”, dove ciascuno può fare la sua parte per tutelare l’ambiente stando attenti che, più passa il tempo, più i rifiuti aumentano. I giochi sono personalizzati per territorio, nelle varie province in cui il Gruppo Hera gestisce i servizi ambientali: Bologna, Cesena, Ferrara, Modena, Ravenna, Rimini, Padova, Trieste, Pesaro e Urbino. I primi in ogni classifica territoriale riceveranno un premio green: uno zaino contenente una shopper di cotone riciclato, una felpa, una t-shirt, semi di basilico o prezzemolo, una pianta di girasole e un adesivo laminato. Non solo i primi saranno ricompensati per le loro competenze nella raccolta differenziata: sono previsti premi e omaggi fino al decimo posto. La nuova piattaforma di giochi prende posto accanto all’applicazione Il Rifiutologo, app che aiuta i cittadini indicando, in caso di dubbio, in quale contenitore deve essere buttato ogni specifico rifiuto.

Proprio Hera in questi giorni ha lanciato una campagna social nella Bassa Romagna con un consiglio al giorno per ridurre i rifiuti. L’idea è stata avviata insieme al Ceas Casa Monti, con #FacciamoLaDifferenza. L’iniziativa è partita lo scorso fine settimana sulla pagina Facebook “Futuro Green Bassa Romagna” con l’obiettivo di creare una comunità circolare. Ogni giorno, fino a domenica 28, saranno pubblicati contenuti utili alla gestione quotidiana dei rifiuti e a conoscere come e quanto tutti noi possiamo contribuire a ridurre la grande quantità di rifiuti indifferenziati che vengono ancora prodotti. La campagna, nata all’interno della Settimana per l’educazione alla sostenibilità, proseguirà anche successivamente, con appuntamenti settimanali dedicati sempre sulla stessa pagina Facebook.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui