Rider pestato dalla baby gang a Ravenna: denunciato 15enne

Pachistano di m.”. E’ bastata una provocazione razziale a fornire il pretesto per lo scontro diretto con il porta-pizze di origine straniera. Non appena l’uomo ha reagito all’insulto, è intervenuto tutto il branco: un gruppetto di ragazzini che lo ha buttato a terra e preso a calci e pugni per poi dileguarsi dopo il pestaggio. Il giorno seguente, tutti di nuovo a popolare il centro città. Ed è qui, tra la stazione e piazza Caduti, che la vittima ha riconosciuto uno degli aggressori. Non ci ha pensato due volte; ha chiamato la polizia di Stato per denunciarlo. E così il nome di un 15enne ravennate è stato trasmesso alla Procura presso il tribunale per i Minorenni di Bologna. Con ogni probabilità è il primo della lista. Perché le telecamere di sicurezza posizionate nelle zone più “delicate” del cuore della città hanno immortalato tutta la scena.

Accerchiato dal gruppo

I fatti risalgono a inizio mese, a ridosso del 5 giugno, e nei giorni scorsi gli atti sono arrivati a Bologna. La vittima, un rider in realtà di origine indiana, stava tornando a casa in bicicletta una volta finito il turno di lavoro. Giunto in prossimità della stazione ferroviaria avrebbe incrociato una coppia di adolescenti, maschio e femmina, in monopattino. Non è chiaro come sia partito effettivamente l’alterco. Lo straniero ha riferito di un insulto razziale, al quale avrebbe risposto tornando indietro. E’ a quel punto che anche altri rinforzi sono giunti in aiuto dei due giovani. In tutto un gruppetto di 4/5 ragazzi, che ha avuto la meglio sulla prestanza fisica dello straniero. Le telecamere hanno ripreso la scena: il ragazzo prova a difendersi, ma cede di fronte alla superiorità numerica dei minori. Le botte gli sono costate circa 20 giorni di prognosi, refertate la sera stessa al pronto soccorso di Ravenna.

L’aggressore riconosciuto

La sera successiva lo straniero è tornato in centro. L’incontro con la baby gang, seppure risulti casuale, era abbastanza scontato. E infatti, non appena ha riconosciuto uno dei presunti autori del pestaggio, il rider ha immediatamente chiamato la polizia. Giunta sul posto, una pattuglia della Volante ha identificato il minorenne, classe 2007, portandolo in Questura.

Acquisiti i filmati dell’aggressione, sono in corso le indagini per risalire all’identità degli altri membri del gruppo. E poiché il 15enne era già noto alle forze dell’ordine, gli accertamenti potrebbero andare a pescare fra i componenti di un gruppo più vasto di giovani, molti dei quali minorenni, che già di recente si sono fatti notare nelle vie del centro, in particolare tra la zona di viale Farini, via Diaz e le piazze Caduti e Kennedy.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui