CESENA. E’ stata trasferita al Centro grandi ustionati dell’ospedale di Cesena dove si trova ricoverata in condizioni disperate la donna trovata stamane all’alba priva di sensi in un’area verde di via Marchioni, in zona Barca a Bologna. La donna, trovata scalza e con i vestiti bruciati, presentava ustioni sul 90% del corpo. Sulla base degli accertamenti effettuati dalla Polizia, prende sempre più corpo l’ipotesi del tentato suicidio: identificata come una 60enne di origine marocchina residente a Bologna dal 2005, la donna vive in un appartamento di via Marchioni con la figlia e pare soffra di depressione per motivi familiari. Non è ancora stato possibile ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti, anche perché, a quanto si apprende da fonti investigative, in zona non ci sono telecamere in grado di fornire immagini utili. Vicino al corpo, comunque, è stato trovato un accendino, motivo per cui si ipotizza che la donna si sia cosparsa di liquido infiammabile per poi darsi fuoco proprio con l’accendino. Questo, unito ad altri elementi come l’assenza di fratture e il fatto che, nonostante in molte abitazioni le finestre fossero aperte, nessuno abbia sentito rumori che possano far pensare a un tentato omicidio, al momento fa propendere gli investigatori per l’ipotesi del gesto autolesionistico.

Argomenti:

BOLOGNA

donna

parco

ricoverata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *