Richard Galliano, Piazzolla e il tango al chiaro di luna

Il mito e la musica di Astor Piazzolla rivivono questa sera alle 21 all’Antico porto di Classe con il concerto di Richard Galliano. L’assolo del fisarmonicista francese, all’interno della rassegna Classe al chiaro di luna, fa parte di una serie di sette concerti dedicati al mondo del fisarmonicista argentino, dal titolo Musica dal nuovo mondo, che indaga l’universo sonoro che Piazzolla ha avuto modo di incontrare durante la sua vita in nord e sud America. Non solo tango e musica argentina, quindi, ma quello di stasera sarà tra tutti il concerto più vicino alle composizioni di Piazzolla, e nessuno meglio di Galliano poteva interpretarle.

Il musicista francese di origine italiana è infatti unanimemente considerato l’erede del maestro argentino, pur se nella sua carriera si è dedicato anche ad altri generi e stili, dal jazz alla musica popolare, dal pop alla musica classica. La sua discografia è infatti sterminata; vi trova grande spazio il tango, ma vanno ricordate almeno le collaborazioni con Paolo Fresu e con Michel Portal, con cui ha inciso alcuni dei dischi più belli.

“Piazzolla forever” del 2003 lo ha consacrato come erede del compositore argentino, e gli ha fruttato riconoscimenti in tutto il mondo. I suoi ultimi lavori sono dedicati alle pagine del compositore francese Michel Legrand, e al valzer, nel disco dell’anno scorso “Valse(s)”. Nel concerto di Classe troveranno posto i brani di Piazzolla, ma è facile aspettarsi molto altro, dalle composizioni originali di Galliano a tracce dell’ultimo disco, che l’autore definisce «un menu in cui trovano posto gli ingredienti della mia vita, dalla musica classica che ascoltavo da bambino a quella degli artisti che ho incontrato».

Il riferimento all’infanzia è importante, perché il fisarmonicista di Le Cannet ha cominciato a suonare a soli quattro anni, incoraggiato dal padre italiano Luciano Galliano, anche lui fisarmonicista.

Biglietti a 10 euro.

Info: www.classealchiarodiluna.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui