Ricerca disperata di volontari per salvare la Settimana Longianese

In apprensione per la “Settimana Longianese”: appelli e chiamata a raccolta per la 61ª edizione, con i tempi ormai strettissimi. Dovrebbe svolgersi dal 21 al 27 luglio e quindi mancano solo tre settimane. Da secoli a Longiano si celebra il 26 luglio la festa tradizionale del Santissimo Crocifisso, abbinata a una settimana di festa. Anticamente veniva curata dall’Arciconfraternita e dai frati francescani, finché nel 1961 si gettarono le basi per dare vita a un comitato cittadino che meglio organizzasse la parte ricreativa. In seguito, fu trasformato in “Associazione turistica, culturale, Pro loco”. Sono state 59 le edizioni organizzate in modo impeccabile, ultimamente anche con giornate ridotte per via del Covid. Ma un anno e mezzo fa la Pro loco è andata in crisi. Così la scorsa estate è stato il Comune di Longiano a organizzare direttamente l’iniziativa con un appalto esterno e con la collaborazione degli uffici.

Alcuni volontari anziani non ci sono più e vari giovani si sono eclissati. Nei giorni scorsi si è svolta una riunione, alla presenza anche del neosindaco Mauro Graziano, e di alcuni volontari. È emersa la voglia di rifare la festa di luglio, a trazione Pro loco. Ma servirà un’altra riunione, nei prossimi giorni, per capire se ci sarà l’effettivo risveglio delle forze del paese. «Tecnicamente sono decaduto dall’incarico di presidente della Pro loco – riferisce Sauro Antolini – Un anno e mezzo fa andavano rinnovate le cariche e non è stato fatto. Però sono pronto a riprovarci, se riusciremo a catalizzare forze per gestire lo stand gastronomico attorno a cui ruota la buona riuscita della manifestazione. Faccio un appello alle persone di buona volontà perché ci diano una mano». Ancora più esplicito l’invito lanciato sui social da Linda Antimi, volontaria e neoeletta consigliera di maggioranza: «Sei libero dal 22 al 27 luglio? Se sì, allora stiamo cercando te. Noi della Pro Loco Longiano vogliamo unire tutte le nostre forze per ridare vita allo stand gastronomico. Cerchiamo persone che abbiamo voglia di aiutare e soprattutto di divertirsi. Alcuni dettagli tecnici: non è necessaria esperienza, ma solo tanta voglia di collaborare». Il sindaco Graziano dichiara di essere «al fianco della Pro loco in tutto» e aggiunge: «Si sono presi qualche giorno per capire se riusciranno a organizzare la manifestazione. Da parte nostra siamo disponibilissimi a sostenerli. Oppure, nella malaugurata ipotesi che non fosse possibile, dovremo procedere con un incarico esterno».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui