RICCIONE Nuovi guai per il Nikka, locale di Riccione, in provincia di Rimini, con otto giorni di sospensione della licenza. Lo ha deciso il questore di Rimini sulla scorta delle risultanze di un’attività di Polizia giudiziaria e di Polizia amministrativa. Il provvedimento è stato infatti ritenuto necessario per i “vari episodi di violente liti fra avventori, la maggior parte dei quali con pregiudizi di polizia”. Al locale era già stata applicata il medesimo tipo di sospensione in tre occasioni: per 15 giorni nel mese di agosto 2018, a seguito dell’arresto di un addetto alla sicurezza sorpreso con numerose dosi di varie sostanze stupefacenti; nel mese di gennaio 2019 per 20 giorni in quanto il locale permetteva l’accesso a ragazzi minori di 16 anni, contravvenendo a quanto prescritto nella licenza, somministrando anche bevande alcoliche; e nel giugno 2019 per 15 giorni per risse nelle vicinanze. Già ieri, la commissione comunale associata di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo di Riccione, dopo un sopralluogo, aveva dato parere negativo alla riapertura, ravvisando diverse criticità igieniche e strutturali nel locale. 

Argomenti:

chiuso

questore

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *