Riccione. Ubaldi: “Babu rimarrà per sempre al Birrodromo”

Fanno ancora fatica a parlarne e a realizzare l’accaduto, sono gli appartenenti della “famiglia” del Birrodromo che hanno improvvisamente perso un loro componente, Davide “Babu” Berni, 22 anni appena, indefesso collaboratore della brigata del locale di Fabio Ubaldi e Paolo Amadei.

Se n’è andato nella notte di domenica, dopo aver salutato i colleghi del locale finito il servizio. Nella notte ha accusato una insensibilità alle gambe, la corsa al “Bufalini” di Cesena prima, poi a Cotignola all’ospedale specializzato in cardiochirurgia, ma quelle ore sono state fatali, al suo arrivo aveva l’aorta lacerata e, nel giro di poco, è spirato, lasciando il vuoto tra familiari, amici e colleghi.

Ha la voce rotta Fabio Ubaldi, titolare del locale, che racconta il lento ritorno alla realtà. “Babu” sarà un’icona sempre presente per il Birrodromo, il suo nome sarà impresso in qualche forma, in qualche modo, questa è l’intenzione dello staff perché per loro rimane un simbolo di speranza, «stiamo pensando a qualcosa di speciale perché rimanga per sempre tra noi. Un ragazzo d’oro, Babu ci ha regalato tanto».

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui