I carabinieri della stazione di Riccione hanno indagato per il reato di truffa, A.F., 45enne riminese, e S.D., 38enne delle Repubblica di San Marino per il reato di truffa. I due indagati, nel pieno del lockdown, erano riusciti a vendere, per 2mila euro, una partita di 5mila mascherine ad una farmacia riccionese. Il farmacista dopo l’accordo aveva provveduto al pagamento ma la fornitura, però, non è stata mai recapitata. Ha quindi presentato denuncia ai carabinieri che hanno iniziato le indagini concluse la denuncia dei due truffatori.

Argomenti:

mascherine

riccione

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *