Riccione, tradito dalle impronte digitali: arrestato il ladro maldestro di gratta e vinci

La notte dell’antivigilia di Natale era entrato in una tabaccheria di Riccione ed era fuggito con tagliandi gratta e vinci per un valore di circa 3.000 euro. Un’azione maldestra se è vero che i carabinieri avevano rilevato delle chiare impronte che hanno subito inviato al Ris di Parma. Per i super esperti delle investigazioni scientiche dell’Arma, è stato un gioco da ragazzi collegare quei polpastrelli al nome di un 35enne originario della Bielorussia, residente a Riccione, con un’autentica passione delle rivendite di tabacchi. O meglio, per i gratta e vinci, portati via da un paio di tabaccherie di Misano Adriatico e che poi ha cercato di incassare a Riccione, Rimini, Ravenna. I risultati delle indagini sono state inoltrate alla procura della Repubblica che a sua volta le ha presentate al Gip che ha emesso un provvedimento d’arresto eseguito dai militari all’alba di ieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui