Riccione. Spiaggia delle donne, festa per i 75 anni

Un boom di braccialetti single free tra gli anziani. Succede nella Perla verde, nella Spiaggia delle donne che spegne 75 candeline e celebra la storica fondatrice Dorilia Olivieri detta Dorina, nata nel 1923, e scomparsa nel 2015, ossia qualche anno prima di raggiungerne 100. A essere piuttosto gettonato in questo inizio di estate decisamente particolare è quindi il braccialetto per fare riconoscere e conoscere i single all’interno dello stabilimento. «Per aiutare chi cerca nuove amicizie in vacanze sempre più corte», spiegano i titolari che aggiungono: «In base al colore si può capire cosa di cerca e c’è anche quello bianco per chi cerca persone dello stesso sesso». Tra gli anziani, precisano dal bagno, «sta avendo successo perché sono molto timidi e magari ci sono gruppi all’interno dello stesso hotel e tra di loro neanche si parlano». O ancora: «Spesso c’è chi tiene la fede al dito anche se è vedovo o vedova». Quindi, «il braccialetto, per loro, è un modo per fare amicizia, anche perché le vacanze non sono più lunghe come quelle di una volta e adesso c’è poco tempo anche tra la terza età per conoscersi».

Si tratta solo di uno dei servizi del bagno dalla storia lunga 75 anni. «Mia madre si è sposata con il marinaio Alfeo (Adolfo, ndr), ma è rimasta vedova a soli 43 anni», rammenta la figlia 64enne Daniela Corazza, che aggiunge con commozione: «Si ritrovò a mandare avanti lo stabilimento da sola, tirando su me, che ero la più piccola e le mie sorelle, Milena e Liviana». Così agli albori della Riviera, sacrificio su sacrificio, «questa azdora romagnola ha creduto in un sogno, lavorando duro». Per integrare il bilancio familiare «lavava i costumi di lana dei clienti o preparava le sabbiature, confezionando le tende da sole, antesignane dei moderni ombrelloni». Anni duri seguiti da inverni ancora più difficili, in cui per scaldare la casa «si usava la legna portata dal mare». Poi al giro di boa nel 21° secolo, per la precisione nel 2001, è proprio Daniela che rileva l’attività e decide di chiamarla La spiaggia delle donne, anziché Bagni Adolfo, perché rimanga nero su bianco, che «è stata gestita a lungo e con tenacia dalle quote rosa della stessa famiglia». Come sottolinea il marito Domenico Marchetti, Daniela ha un carattere che ricalca quello della suocera, tant’è che «riesce in tutto ciò che si mette in testa». Ora tra l’altro a colpi di idee «su Tripadvisor ha fatto passar la Spiaggia da una votazione “pessima e fasulla” alla migliore di tutta Riccione». Per festeggiare il 75esimo anniversario è scattata la promozione dedicata a chi è ospite almeno 5 giorni. «Sarà regalato un giorno di mare a chi, documenti alla mano, dimostrerà di avere 75 anni o di raggiungere quest’età, sommando quelle dei componenti della suo gruppo, secondo combinazioni e regole visibili sul sito». L’unica nota discordante? La cicogna ha deciso di cambiare colore ai fagottini che consegnava sul lido tutto al femminile. Così alle tre sorelle sono nati solo figli poi nipoti maschi. Finché un anno e mezzo fa, ha visto la luce Martina, ultima nipotina di Daniela. Che nota scherzando: «Si chiama Martina, fa rima con bagnina ed è su di lei che si concentra la speranza, perché la tradizione della spiaggia delle donne continui».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui