RICCIONE. Sei ragazzi di età compresa tra 18 e 21 anni e quattro minorenni sono stati denunciati per rapina dai carabinieri di Riccione. I giovani, provenienti da Lombardia, Puglia ed Emilia, per lo più italiani di seconda generazione di origine magrebina, sono stati individuati come appartenenti a una delle baby gang che hanno imperversato la scorsa estate tra Rimini e Riccione. Gli investigatori li sospettano autori di varie scorribande e danneggiamenti, ma l’episodio più grave riguarda l’aggressione in spiaggia, nel tratto davanti a piazzale Roma, a Riccione, ai danni di un coetaneo modenese. Il turista era stato avvicinato dal branco. La gang, dietro la minaccia del coltello, si era fatta consegnare i soldi che il ragazzo aveva con sé: circa cento euro.  La descrizione dei vari membri del gruppo ha fornito ai carabinieri degli spunti interessanti: le indagini si sono concentrate sull’analisi degli impianti di videosorveglianza e hanno permesso così di risalire al gruppo dei sospettati.

Argomenti:

baby-gang

rapina

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *