Riccione. Sconti sulla Tari, tavolo in vista con Hera

Mezzogiorno di fuoco sulla Tari. Il confronto a tre, Comune, Hera e rappresentati degli operatori, è stato fissato: 30 aprile alle 12. La tassa sui rifiuti è l’argomento scottante sul quale l’amministrazione ha già effettuato diversi incontri con le categorie economiche che chiedono una significativa riduzione. La Tari è un costo fisso che grava pesantemente sui bilanci delle attività, ma sugli sconti da applicare, da una parte c’è l’amministrazione che sostiene di aver limato al massimo le tariffe e che per andare oltre solo Hera può intervenire. Dall’altra c’è proprio Hera, che invece rilancia la palla al Comune. Al contraddittorio in video ci saranno i rappresentanti degli albergatori, bagnini, Confesercenti, Cna, Confcommercio, Confartigianato. E l’assessore al Bilancio, Luigi Santi, anticipa: «Abbiamo esteso l’invitato a partecipare anche alle Terme, ai parchi, al Palazzo dei congressi e al Club nautico, ci saranno un responsabile di Hera e di Atersir, il consorzio dei Comuni che verifica e approva i prezzi». Un incontro chiarificatore è stato chiesto nell’ultimo incontro con le categorie di venerdì scorso. «Ci siamo subito dati da fare per organizzarlo – prosegue Santi -, abbiamo scelto il 30 in quanto per quella data potrebbero esserci delle novità sulle tariffe ed eventuali sconti da parte di Arera, l’autorità nazionale che regola gestione e smaltimento rifiuti, sulle quali ragionare».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui