RICCIONE. Un 19enne di nazionalità marocchina, residente a Genova, forse un componente delle baby gang che stanno danno parecchi grattacapi a Riccione, è stato arrestato per rapina e lesioni personali dai carabinieri. Il ragazzo è stato riconosciuto come l’autore della rapina di una parte della collanina portata al collo da un ragazzo veneziano, suo coetaneo, che stava trascorrendo la serata con alcuni amici al “Musica”. Il malvivente prima ha spintonato la vittima, quindi gli ha messo le mani al collo per cercare di strappare il monile in oro. Ne è nata una breve colluttazione di cui il turista veneto ha riportato segni sul volto.

L’arresto

Immediatamente intervenuti sul posto, i carabinieri hanno rintracciato il giovane aggressore con
l’aiuto del personale della sicurezza del locale e hanno provveduto ad accompagnarlo in caserma
per gli approfondimenti di rito. Ricostruita l’intera dinamica, i militari hanno così provveduto a dichiarare in stato di arresto E.H., già noto alle forze dell’ordine, e – d’intesa con il sostituto procuratore di turno – è stato accompagnato nel carcere di Rimini con l’accusa di rapina e lesioni personali. Per il giovane veneziano, infatti, la notte è poi trascorsa tra le corsie del pronto soccorso di Cattolica per le medicazioni alle lievi lesioni subite.

Argomenti:

collanina

discoteca

gang

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *