Riccione, pistola alla tempia rapina benzinaio

Riccione, pistola alla tempia rapina benzinaio

«Mi ha puntato la pistola alla tempia e mi ha detto di non fare scherzi». È ancora sotto choc quando arriva in caserma per formalizzare la denuncia, il benzinaio di 29 anni aggredito giovedì sera attorno alle 19 all’interno dell’area di servizio “Tamoil”, in viale Circonvallazione adriatica a Riccione, dove lavora. Il rapinatore, un uomo che indossava un passamontagna e parlava bene italiano, dietro la minaccia dell’arma si è fatto consegnare l’incasso della giornata – seimilacinquecento euro – ed è scappato facendo perdere le sue tracce. Lo sconosciuto ha agito senza incertezze, da professionista, secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Riccione che adesso indagano sull’accaduto e non disperano di riuscire a risalire all’identità del malvivente.

I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *