Riccione, morì in bici ma per la spesa. Scagionati gli automobilisti

RICCIONE. Tragedia nel sottopasso di via Da Verazzano, la Procura scagiona tre automobilisti. Nessun responsabile per la morte di Annunziata Coco, la pensionata bolognese domiciliata a Misano Adriatico deceduta all’ospedale Bufalini il 10 aprile dello scorso anno due ore dopo essere stata soccorsa dal personale del 118 nel sottopasso di via Da Verazzano, a pochi metri dalla bicicletta su cui stava facendo ritorno a casa dopo essere andata a fare la spesa. E proprio i sei chili di alimenti trasportati in sacchetti attaccati al manubrio, secondo il pubblico ministero Luigi Sgambati, rappresenterebbero la causa all’origine della rovinosa caduta della 72enne. La procura della Repubblica ha quindi chiesto l’archiviazione dell’indagine che vedeva iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio stradale tre automobilisti ripresi dalle telecamere esterne attraversare il tunnel quasi simultaneamente alla ciclista.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui