Riccione, lotta al degrado: sequestrata droga e un coltello

A Riccione continua l’attività da parte della Polizia Locale nelle ore notturne, finalizzata alla prevenzione e al controllo del territorio, con servizi che prevedono particolare attenzione a situazioni di disagio sociale e di degrado urbano.

Il controllo effettuato nella serata di martedì con l’impiego di tre equipaggi, tra cui l’unità cinofila, rientra tra le attività di “polizia di prossimità” ovvero controlli dove la polizia locale che si muove sul territorio, osserva le situazioni e dialoga con i cittadini per migliorare la sicurezza delle aree, anche residenziali, rendendoli quindi partecipi nel raggiungimento della sicurezza di tutta la comunità.

I controlli effettuati in particolare nella zona sud della città, dove alcuni cittadini avevano segnalato sospette attività illecite e fenomeni di incuria e degrado urbano, costituito da presenza quotidiana, al mattino, di bottiglie di vetro spesso rotte, presenti in luoghi frequentati in ore diurne anche da bambini, hanno permesso di identificare complessivamente 20 giovani, intenti a bivaccare nei pressi del centro di buon vicinato adiacente la piazza Fontanelle e in altre aree nei pressi dell’area sud della Città, adiacente alla via Torino.

Con l’ausilio della unità cinofila gli agenti hanno contestato la detenzione di sostanza stupefacente per uso personale a due dei ragazzi italiano, cui uno residente a Riccione e l’altro giunto in riviera per attività di lavoro stagionale presso un pubblico esercizio.

Coltello sequestrato

Nelle adiacenze dell’area sono stati effettuati tre rinvenimenti di involucri contenenti sostanza, evidentemente gettata alla vista degli agenti, per cui si procedeva al sequestro del materiale.

I controlli effettuati hanno permesso anche di accertare a carico di un giovane cittadino italiano, di origine macedone, la detenzione di un coltello a lama estraibile della lunghezza di sette centimetri, detenuto all’interno del borsello che portava al collo, che veniva prontamente sequestrato, mentre il soggetto deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui