Riccione, lavoro nero e mancata comunicazione degli ospiti: attività sospesa per un hotel

I carabinieri della Compagnia di Riccione, coadiuvati dal personale specializzato del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Rimini e dalla Polizia Intercomunale di Riccione, hanno dato corso a un controllo alle strutture ricettive del territorio che ha portato all’emissione di un provvedimento di sospensione dell’attività di un altro hotel di Riccione. In particolare l’accertamento svolto in viale Petrarca ha consentito di accertare irregolarità contrattuali e lavorative di un dipendente facendo scaturire la notifica della sanzione amministrativa pari a 3.600 euro per l’occupazione di lavoratori in nero. Inoltre è stato accertato che il responsabile della struttura aveva omesso di provvedere alla prevista comunicazione all’Autorità di P.S. dei nominativi degli ospiti dell’albergo e non era stata eseguita la manutenzione periodica degli estintori.

Tutte anomalie che hanno portato al deferimento del titolare della struttura e che hanno dato il via ad ulteriori accertamenti, tuttora in corso da parte della polizia intercomunale Riccione inerenti anche la sicurezza strutturale. Inoltre, nel corso dell’ispezione, il fiuto di Ziko, unità antidroga della polizia Locale, ha consentito di scovare dello stupefacente – circa 30 gr. di hashish – ed un bilancino di precisione, detenute da un cliente dell’albergo, anch’egli denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui