RICCIONE. Inizia a prendere forma la costruzione della nuova attrazione di Aquafan: il nuovo mega scivolo sarà pronto per la prossima estate. Si tratta di una struttura destinata a diventare una delle attrazioni più gettonate tra pochi mesi. Lo annuncia una vignetta del parco acquatico con il famoso omarell in costume che sta vigilando sul cantiere: «Ah dì… se arriva fin quassù, sarà lo scivolo più alto del parco». Parole che lasciano il mistero, ma di sicuro – garantiscono dalla struttura sul colle dei Pini – diventerà «lo scivolo più grande e lungo della storia di Aquafan». Operai, camion e ruspe stanno lavorando da tempo per questo mastodontico saliscendi bianco e celeste che già si intravede dall’esterno con le sue curve mozzafiato e l’enorme tubo al chiuso che porta a tutta velocità verso l’acqua della piscina.

L’area divertimento

Il parco conta già scivoli per una lunghezza totale di 3 chilometri, oltre a 90 chilometri di tubazioni per 8mila metri cubi di acqua in continuo movimento. Ogni tre anni Aquafan propone una nuova attrazione per le oltre 500mila presenze che totalizza ogni stagione. L’ultima in ordine di tempo è stato The Black Hole inaugurato nel 2017, con un investimento da un milione di euro: 208 metri di oscurità interrotta con un salto di 20 metri di dislivello. Buio, luce, sorpresa, divertimento sono gli ingredienti dello scivolo. Per il Black Hole era stata scelta una campagna di comunicazione insolita che ha fatto leva sulla paura del buio.

La comunicazione

Per l’inaugurazione della nuova attrazione del 2020 al momento non trapela nulla su dimensioni e investimento messo in campo. La comunicazione si sta concentrando sull’omarell in costume che «personifica la saggezza – spiegano dal parco -. È colui che sa, non perché “sente dire”, lui sa perché va a vedere e tocca con mano. Le sue non sono osservazioni: sono sentenze. L’omarell in costume non parla a vanvera: è sempre sicuro di quello che dice. In un mondo carente di certezze, L’omarell in costume è un nostro punto fermo. Ascolta l’omarell: la vita è bella e l’estate è vicina».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *