Riccione. La scuola Panoramica slitta a giugno

«La scuola Panoramica sarà consegnata a giugno. I ritardi? Sono dipesi dal Covid e dalle difficoltà nel reperire le materie prime». A dichiararlo il responsabile dell’azienda appaltatrice, l’ingegnere Angelo Spampinato, durante l’incontro di ieri pomeriggio, a cui hanno partecipato, presso la sala del Consiglio comunale, i rappresentanti di Istituto dei genitori degli allievi, l’Amministrazione, il responsabile del cantiere ed il dirigente scolastico Nicola Tontini. Sul tavolo un’opera da quasi cinque milioni di euro, di cui 2.400.000 finanziati dal Miur, che vanterà la classificazione più alta nella scala dell’antisismico. Sullo spinoso capitolo del ritardo nella consegna, Spampinato ha spiegato che è da imputarsi a vari fattori, fra cui «le condizioni di approvvigionamento delle materie prime dovute alla pandemia». Perché con il Covid «i contratti pubblici hanno subito prima uno stop totale e poi alla ripresa varie proroghe alle scadenze, facendo allungare i tempi di consegna». Inoltre, ha aggiunto, «alcune aziende non hanno retto alla recente crisi economica». Ma per il taglio del nastro c’è già una data, ovvero il prossimo anno scolastico, che coincide col settembre 2022. L’intervento dovrebbe infatti concludersi, slittando a giugno, con relativa consegna.

A ribadire il punto nevralgico della progettazione è invece Tontini: «La sicurezza è la prima cosa per noi dirigenti e devo dire che oggi abbiamo delle strutture e degli impianti nuovi. I bambini passano 10 anni della vita a scuola e hanno il rispetto delle istituzioni anche attraverso il decoro degli edifici scolastici in cui entrano. Oggi – rileva – c’è un problema di spazi quindi speriamo che la scadenza di giugno venga rispettata».

In linea il sindaco Renata Tosi: «L’edilizia scolastica per noi è sempre stata una priorità. L’amministrazione ha investito 15 milioni di euro. E per il prossimo anno scolastico Riccione avrà tutte le scuole a norma». Per quanto riguarda invece l’esecuzione dei lavori, i dirigenti del settore lavori pubblici hanno spiegato che i «lavori fin qui condotti alla Panoramica, compresi quelli per la base di cemento armato, su cui verrà montata la struttura in legno prefabbricato, sono stati eseguiti correttamente». Nello specifico la «palestra sorgerà a monte, la scuola a lato mare». Ed assicurano: «La fase di montaggio della struttura prefabbricata inizierà dopo l’arrivo del legno previsto per novembre».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui