Riccione, il sindaco Tosi: “Oggi bisogna correre più veloci degli altri”

In una nota, il sindaco di Riccione Renata Tosi ha fatto gli aguri di Ferragosto a tutto il mondo della Perla Verde: 2Auguri di buon Ferragosto a tutta la città di Riccione, alla Giunta e a tutti i consiglieri comunali. Il giorno in cui si festeggia l’Assunzione in cielo della Vergine Maria per la nostra comunità è anche un momento di riflessione. Stiamo vivendo un’epoca di grandi cambiamenti sociali e strutturali.

Ogni giorno le persone che condividono una comunità si trovano di fronte ad una realtà mutevole che pone continue scelte e continue sfide, non sempre facili. Oggi, però il messaggio dell’Amministrazione e mio personale dice chiaramente che Riccione guarda al futuro con ottimismo. Abbiamo gli strumenti culturali e politici per continuare ad essere un punto di riferimento instancabile. Quando un paese come l’Italia vive momenti di incertezza che possono sfociare nell’insicurezza, è naturale per i cittadini guardare alle Istituzioni più vicine, al loro sindaco, ai loro assessori, ai loro consiglieri, a coloro i quali raccolgono con un filo diretto la varietà di voci di una comunità. In questo preciso momento storico, noi che siamo al governo di questa città, prima di ogni altra cosa ci siamo posti l’obiettivo di essere un punto di fermo nella marea del cambiamento.

Questa grande famiglia capace di portare avanti un progetto comune per tutti i riccionesi, condiviso e discusso con le associazioni di categoria, con i sindacati, con i rappresentanti delle associazioni di cittadini guarda avanti ed è proiettato al futuro. La progettualità che pone le basi per lo sviluppo della città negli anni prossimi è una certezza. E’ la certezza che saremo ancora a Riccione e saremo ancora in grado di accettare le sfide per vincerle. In concreto tutto questo significa che al fianco delle buone cose fatte fino ad oggi: i quartieri rinnovati, un invidiabile lungomare, un teatro all’avanguardia, un museo in costante crescita, uno sviluppo urbanistico e di edilizia privata che restituiscono al territorio servizi di alta qualità, Riccione sta già giocando la partita dei prossimi anni a partire da oggi. Mi riferisco al progetto del porto canale che in autunno partirà con i primi lavori, alla riqualificazione della Reggiana, all’Ex Fornace (parco degli Olivetani) e al parco del Marano che diventano un unico polo culturale e naturalistico. Penso alla viabilità di grande comodità con la fine del viale XIX Ottobre, opera attesa da decenni. Penso alla comunità sociale dei Centri di Buon Vicinato riqualificati, alle scuole nuove già terminate e al progetto dell’Ex Mattatoio che sarà sperimentale nel campo della crescita formativa dei ragazzi. Tutto ciò affiancato alla grande politica turistica che ha fatto della programmazione Estate-Natale un appuntamento fisso. E poi la spiaggia, il bene comune dei riccionesi che grazie al nostro impegno nei tavoli istituzionali vedrà nel 2022 il maxi ripascimento pagato dalla Regione.

Il cambiamento quindi non deve spaventare quando lo si affronta con i punti fermi di una comunità sana e collaborativa. E in ultimo, ma non meno importante il progetto per il quadrilatero Ceccarini che con la firma di Boeri assicura fattibilità e interesse nazionale in un momento in cui le opere ecosostenibili sono finanziate dal Piano di Resilienza e Ripresa del Governo. In presenza di cambiamenti quasi epocali, bisogna correre più veloci degli altri e credo che Riccione, nella classifica romagnola si piazzi già ai primissimi posti avendo raccolto una sfida importante: il modello su cui è prosperato il brand Riccione può essere esportato oltre i nostri confini comunali”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui