Riccione, il ministro per le Disabilità al Palazzo del Turismo sull’ex Mattatoio

Sarà dedicato alla riqualificazione dell’ex Mattatoio comunale di via Bergamo, il nuovo appuntamento de La Riccionese – Conversazioni e contemplazioni, dal titolo “Includere, connettere, trasformare: il progetto IN.CON.TRA di Riccione“.  Sabato 4 giugno il Ministro per le Disabilità, Erika Stefani, sarà presente al Palazzo del Turismo, alle ore 17, in dialogo con il vicesindaco e assessore ai Servizi alla Persona, Laura Galli. Il progetto, che ha ottenuto un finanziamento di 5 milioni di euro dal Pnrr, prevede la realizzazione al quartiere San Lorenzo del più grande centro della provincia di Rimini rivolto alle persone con disabilità. Previsti laboratori-lavoro, spazi dedicati all’aperto, la nuova sede dell’Istituto Musicale e un grande auditorium. Sarà un centro polifunzionale e un luogo deputato a dare risposte concrete alle famiglie e ai giovani disabili con iniziative di socializzazione e anche lavorative. Per il quartiere San Lorenzo si tratta di andare a realizzare una radicale opera di risanamento per un sito, come il vecchio mattatoio, in disuso da 17 anni. Quartiere in cui, sempre con contributo dal Pnrr, sorgerà all’ex scuola di via Pavia, la Casa della Salute.

Modera l’incontro con il Ministro Stefani, Franco Fregni.

Un’altra iniziativa che riguarda il Ministero delle Disabilità e il Comune di Riccione è la Disability card o Carta Europea della Disabilità che consentirà alle persone disabili di accedere a beni e servizi pubblici gratuitamente. La giunta ha approvato la convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri- Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, che consentirà loro, assieme al proprio accompagnatore, di accedere gratuitamente al Museo del Territorio, allo Spazio Tondelli, Villa Mussolini e Villa Franceschi, oltre ad avere un accesso prioritario negli uffici comunali e alle farmacie comunali. Sarà sufficiente esibire la carta per la lettura del QR Code all’operatore incaricato attraverso uno smartphone. “La Disability card è un nuovo tassello sulla strada della semplificazione e verso la piena inclusione”, ha sottolineato recentemente il Ministro Stefani. Iniziativa abbracciata dall’amministrazione comunale per semplificare la vita quotidiana delle persone disabili e delle persone delegate alla loro vita quotidiana, come i familiari. La carta può essere richiesta gratuitamente sul sito INPS tramite procedura online. Possono richiederla invalidi civili maggiorenni con invalidità certificata maggiore del 67 per cento e per gli: invalidi civili minorenni, i cittadini con indennità di accompagnamento o con assistenza e integrazione sociale ai sensi della legge 104, ciechi civili, sordi civili, invalidi e inabili (legge 222/1984), invalidi sul lavoro o con diritto ad assegno per l’assistenza personale e continuativa o con menomazioni dell’integrità psicofisica, inabili alle mansioni, cittadini con trattamenti previsti per invalidi e reduci di guerra.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui